FUORI COLLANA

 

SILVIO SOLERO

 

Il santuario di Sant’Ignazio sopra Lanzo

 

100 pagine, 10 illustrazioni (1954 – esaurito)

 

Una disamina delle notizie tratte da documentazioni archivistiche unite a nuove ricerche. Dal culto sorto in occasione dell’invasione dei lupi nel 1629 alle varie “apparizioni” di sant’Ignazio di Loyola sul monte Bastia, dall’erezione della prima cappella alla costruzione dell’imponente santuario nella prima metà del Settecento.

«La pubblicazione è la prima che esce alle stampe sotto l’egida della Società Storica delle Valli di Lanzo. Inizia in tal modo la collana della novella Società».

ALDO AUDISIO, BRUNO GUGLIELMOTTO-RAVET

 

Valli di Lanzo ritrovate

Tra Ottocento e Novecento, 1860-1930. Vecchie immagini raccolte e commentate

 

2 voll., 140+144 pagine, 307 illustrazioni (Priuli & Verlucca Editori, 1981 – esaurito)

 

Un’esclusiva raccolta di fotografie d’epoca sulle Valli di Lanzo: scene di quotidianità, attività lavorative, paesaggi modellati dalla natura e arredati dall’uomo, ritratti di alpinisti e della villeggiatura. La rappresentazione di un comprensorio così come si presentava ai turisti ed esplorato nelle sue omogeneità e differenze. I vecchi ricordi di famiglia si alternano agli avvenimenti salienti,
in un’altalena di scatti che formano un “album di famiglia” da confrontare con la realtà odierna.

CARLA PARSANI MOTTI

 

Fogli dalle Valli di Lanzo

 

Cartella con 5 acqueforti (1996 – esaurito)

 

Da sempre cappelle e santuari rappresentano per gli abitanti e i frequentatori delle Valli di Lanzo un preciso riferimento, non solo religioso. Infatti, agli oratori alpestri sono legati affetti e ricordi, tradizioni e leggende. Incisi su lastre di zinco e tirati su fogli di grande formato, i soggetti riprendono un angolo di ognuna delle nostre valli: Autunno a Loreto – Crepuscolo a Marsaglia – Bruma agli Olmetti –

Sul cammino della Sindone: Voragno – Ultima neve al Ciavanìs.

INES POGGETTO

 

Maèstra. Poesie inedite

 

38 pagine, 1 illustrazione (2001)

 

La poetessa lanzese «anima intensa delle Valli di Lanzo» esprime, in questa raccolta, i sentimenti per le persone a lei più vicine – il padre ebreo, innanzitutto, morto ad Auschwitz nel 1944 – e per i luoghi degli affetti più intimi. Emerge anche la storia di Lanzo e quella valligiana, attraverso la descrizione di scene di vita e di personaggi rimasti nella memoria. Tra i ricordi, quello per Giovanni Donna d’Oldenico, composto nel cinquantenario della Società Storica delle Valli di Lanzo.

info@societastorica-dellevallidilanzo.it – 10074 Lanzo Torinese (TO), via San Giovanni Bosco 1 (c/o Biblioteca Civica e Archivio Storico – tel. 0123.29331)